tomart

 
 

Le opere della natura mi hanno da sempre interessato: paesaggi, animali, insetti, uccelli, pesci, pietre, legni, uomini, donne, bambini, fiori, piante; da qui  quindi l’interesse per l’arte primitiva che rappresenta  forme umane o  zoomorfe  simboli di grande paura o allegria.

Mi é stato detto che sono un anziano con un animo infantile e infantili sono anche le mie reazioni. Di questo sono molto fiero e quando sento queste frasi  e queste considerazioni   “il mio cuore vola alto come un falco” come disse un vecchio Capo Indiano. Ho sin da bambino  fotografato quasi tutto quello che vedevo o che riuscivo a vedere, infatti gli amici con i quali condividevo questa passione mi chiamavano “il guardone”. Da guardone sono diventato, meglio  tento di diventare,uno scultore di pietra e legno e di creare “cose “che mi  emozionano molto sia nell’invenzione che nella realizzazione.  Ogni tanto mi scopro che le accarezzo e le scorro con le mani come diceva il mio amico scultore Gino Cosentino tanti anni fa:”...perché così riesci a VEDERE meglio la scultura che stai guardando.”

 

Sono Tom Todeschini